Felice Laudadio "Per il cinema italiano" - 1990-2012

LE GROLLE D'ORO, IL PREMIO FELLINI PER IL CINEMA ITALIANO E
L'ITALIAFILMFEST DIRETTI DA FELICE LAUDADIO

GROLLE D'ORO - I RICONOSCIMENTI ASSEGNATI DAL 1990 AL 2001

Edizione 1990, la prima diretta da Laudadio, direttore delle Grolle d'Oro per 12 anni
Grolla d’Oro per la regia: Gianni Amelio (Porte Aperte)
Grolla d’Oro per il produttore: Claudio Bonivento (Ragazzi fuori di Marco Risi)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Ilaria Occhini e Athina Cenci (Benvenuti in casa Gori di Alessandro Benvenuti)
Grolla d’Oro al miglior attore: Diego Abatantuono e Fabrizio Bentivoglio (Turné di Gabriele Salvatores)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Silvio Soldini e Roberto Tiraboschi (L’aria serena dell’Ovest)
Grolla d’Oro per la fotografia: Beppe Lanci (Il sole di notte di Paolo e Vittorio Taviani)
Grolla d’Oro per il debutto nella regia: Sergio Rubini (La Stazione)
Grolla d’Oro per la coproduzione con altri paesi europei: (Nikita di Luc Besson)
Grolla d’Oro al miglior esercente: Cooperativa Az Dak di Catania
Grolla d’Oro speciale al merito cinematografico: Tonino Guerra
Grolla d’Oro per l’insieme delle attività imprenditoriali: Franco Cristaldi
Grolla d’Oro per un’eminente personalità del cinema italiano: Vittorio Gassman
Targa d’argento per l’attrice rivelazione: Chiara Caselli
Targa d’argento per l’attore rivelazione: Giuseppe Cederna

Edizione 1991
Grolla d’Oro per la regia: Giuseppe Piccioni (Chiedi la luna)
Grolla d’Oro per il produttore: Amedeo Pagani (La domenica specialmente di AA.VV. )
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Giuliana De Sio (Cattiva di Carlo Lizzani)
Grolla d’Oro al miglior attore: Gian Maria Volonté, Ennio Fantastichini, Massimo Dapporto, Massimo Ghini, Ricky Tognazzi, con menzione speciale a Gianluca Favilla (Una storia semplice di Emidio Greco)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Umberto Marino e Alessandro di Robilant (Il nodo alla cravatta di Alessandro di Robilant)
Grolla d’Oro per la fotografia: Alessio Gelsini (Americano rosso di A. D’Alatri e Ultrà di R. Tognazzi)
Grolla d’Oro al miglior distributore: Jacopo Capanna e Giuseppe Perugia (Artisti Associati) e Giovanna Romagnoli (Titanus Distribuzione)
Targa d’argento speciale: Marco Risi (Muro di gomma)
Grolla d’Oro al miglior esercente: Centrale di Imperia e Procida Hall di Procida
Grolla d’Oro per l’insieme delle attività imprenditoriali: Mario Cecchi Gori
Grolla d’Oro per un’eminente personalità del cinema italiano: Suso Cecchi D’Amico
Grolla d’Oro per il debutto nella regia: Guido Chiesa (Il caso Martello)
Targa d’argento per l’attrice rivelazione: Ursula von Baechler
Targa d’argento per l’attore rivelazione: Gianmarco Tognazzi

Edizione 1992
Grolla d’Oro per la regia: Carlo Mazzacurati (Un’altra vita)
Grolla d’Oro per il produttore: Pasquale Pozzessere (Verso Sud di Pasquale Pozzessere)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Anna Bonaiuto (Fratelli e sorelli di Pupi Avati)
Grolla d’Oro al miglior attore: Claudio Amendola (Un’altra vita di Carlo Mazzacurati)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Ermanno Olmi e Maurizio Zaccaro (La valle di pietra)
Grolla d’Oro per l’insieme della loro attività artstica: Claudia Cardinale, Ennio Morricone, Gianni Minervini
Grolla d’Oro per il regista rivelazione: Pasquale Pozzessere (Verso Sud)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attrice rivelazione: Vittoria Belvedere (Oro di Fabio Bonzi)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attore rivelazione: Roberto De Francesco (Nessuno di Francesco Calogero)

Edizione 1993
Grolla d’Oro per la regia: Silvio Soldini (Un’anima divisa in due)
Grolla d’Oro per il produttore: Grazia Volpi (Fiorile di Paolo e Vittorio Taviani)
Grolla d’Oro alle migliori attrici (ex aequo): Valeria Cavalli (Mario, Maria e Mario di Ettore Scola), Chiara Caselli (Dove siete? Io sono qui di Liliana Cavani)
Grolla d’Oro al miglior attore: Fabrizio Bentivoglio (La fine è nota di Cristina Comencini e Un’anima divisa in duedi Silvio Soldini)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Cristina Comencini e Suso Cecchi D’Amico (La fine è nota)
Grolla d’Oro alla carriera: Luigi Comencini
Grolla d’Oro per il regista rivelazione: Pappi Corsicato (Libera)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attrice rivelazione: Galatea Ranzi (Fiorile di Paolo e Vittorio Taviani)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attore rivelazione: Gaetano Carotenuto (Dove siete? Io sono qui di Liliana Cavani)

Edizione 1994
Grolla d’Oro per la regia: Carlo Mazzacurati (Il toro)
Grolla d’Oro per il produttore: Vittorio e Rita Cecchi Gori (Il toro di Carlo Mazzacurati)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Anna Galiena (Senza pelle di Alessandro D’Alatri)
Grolla d’Oro al miglior attore: Kim Rossi Stuart (Senza pelle di Alessandro D’Alatri)
Grolla d’Oro per l’insieme della sua attività artistica: Gianni Amelio
Grolla d’Oro per l’insieme della sua attività imprenditoriale: Vittorio Cecchi Gori
Grolla d’oro alla carriera: Gillo Pontecorvo
Targa d’argento Saint-Vincent per il regista rivelazione: Paolo Virzì (La bella vita)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attrice rivelazione: Alessandra Acciai (Anni ribelli di Rosalia Polizzi)

Edizione 1995
Grolla d’Oro per la regia: Stefano Incerti (Il verificatore)
Grolla d’Oro per il produttore: Vittorio e Rita Cecchi Gori (L’uomo delle stelle di Giuseppe Tornatore)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Anna Bonaiuto (L’amore molesto di Mario Martone)
Grolla d’Oro al miglior attore: Alberto Sordi (Romanzo di un giovane povero di Ettore Scola)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Ettore Scola, Silvia Scola e Giacomo Scarpelli (Romanzo di un giovane povero di Ettore Scola)
Grolla d’Oro per l’insieme della sua attività artistica: Fanny Ardant
Grolla d’Oro alla carriera: Mario Monicelli
Targa d’argento Saint-Vincent per il regista rivelazione: Mario Martone (L’amore molesto)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attore rivelazione: Antonino Iuorio (Il verificatore di Stefano Incerti e Ivo il tardivo di Alessandro Benvenuti)

Edizione 1996
Grolla d’Oro per il miglior film: La mia generazione di Wilma Labate
Grolla d’Oro per la regia: Peter Del Monte (Compagna di viaggio)
Grolla d’Oro per il produttore: Grazia Volpi (Le affinità elettive di Paolo e Vittorio Taviani)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Asia Argento (Compagna di viaggio di Peter Del Monte)
Grolla d’Oro al miglior attore: Claudio Amendola (La mia generazione di Wilma Labate)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Maurizio Nichetti con Nello Correale, Laura Fischietto e Stefano Albè (Luna e l’altra di Maurizio Nichetti)
Grolla d’Oro per le musiche: Ludovico Einaudi (Acquario di Michele Sordillo)
Grolla d’Oro per la fotografia: Cristiano Pogany (La frontiera di Franco Giraldi)
Grolla d’Oro alla carriera: Michelangelo Antonioni, Mariangela Melato, Ettore Scola
Targa d’argento Saint-Vincent per il regista rivelazione: Antonio Capuano (Pianese Nunzio. 14 anni a maggio)

Edizione 1997
Grolla d’Oro per la regia: Giuseppe Gaudino (Giro di lune fra terra e mare)
Grolla d’Oro per il produttore: Giuseppe e Francesco Tornatore (Il figlio di Bakunin di Gianfranco Cabiddu)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Valeria Golino (Le acrobate di Silvio Soldini)
Grolla d’Oro al miglior attore: Valerio Mastandrea (Tutti giù per terra di Davide Ferrario)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Franco Bernini (Le mani forti di Franco Bernini)
Grolla d’Oro per le musiche: Franco Piersanti (Il figlio di Bakunin di Gianfranco Cabiddu)
Grolla d’Oro per la fotografia: Tonino Delli Colli (Marianna Ucrìa di Roberto Faenza)
Grolla d’Oro speciale: Adriano Celentano, Claudia Mori
Grolla d’Oro per l’insieme della loro attività artistica: Giancarlo Giannini, Stefania Sandrelli
Grolla d’Oro alla carriera: Charlotte Rampling, Armando Trovajoli
Targa d’argento Saint-Vincent per il regista rivelazione: Roberta Torre (Tano da morire)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attrice rivelazione: Giovanna Mezzogiorno (Il viaggio della sposa di Sergio Rubini)

Edizione 1998
Grolla d’Oro per la regia: Francesca Archibugi (L’albero delle pere)
Grolla d’Oro per la produzione: Vittorio e Rita Cecchi Gori (Così ridevano di Gianni Amelio)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Laura Morante (L’anniversario di Mario Orfini)
Grolla d’Oro al miglior attore: Enrico Lo Verso (Così ridevano di Gianni Amelio)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Doriana Leondeff, Andrea Porporati, Marco Turco (Vite in sospeso di Marco Turco)
Grolla d’Oro per le musiche: Franco Piersanti (Così ridevano di Gianni Amelio)
Grolla d’Oro per la fotografia: Blasco Giurato (Del perduto amore di Michele Placido)
Grolla d’Oro per l’insieme della sua attività artistica: Ornella Muti
Grolla d’Oro alla carriera: Bernardo Bertolucci, Gabriele Ferzetti
Grolla d’Oro alla carriera (in memoria): Gian Maria Volonté
Targa d’argento Saint-Vincent per il regista rivelazione: Marco Turco (Vite in sospeso)
Targa d’argento Saint-Vincent per l’attrice rivelazione: Stefania Rocca (Viola di Donatella Maiorca)

Edizione 1999
Grolla d’Oro per la regia: Bernardo Bertolucci (L’assedio)
Grolla d’Oro per la produzione: Lionello Cerri (Fuori dal mondo di Giuseppe Piccioni)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Ettore Scola, Furio Scarpelli, Silvia Scola, Giacomo Scarpelli (La cena di Ettore Scola)
Grolla d’Oro alla migliore attrice: Francesca Neri (Matrimoni di Cristina Comencini e Il dolce rumore della vita di Giuseppe Bertolucci)
Grolla d’Oro al miglior attore: Stefano Accorsi (Ormai è fatta di Enzo Monteleone e Un uomo perbene di Maurizio Zaccaro)
Grolla d’Oro per la fotografia: Giuseppe Lanci (La balia di Marco Bellocchio)
Grolla d’Oro per le musiche: Nicola Piovani (Amor nello specchio di Salvatore Maira)
Targa d’argento al regista rivelazione: Gabriele Muccino (Come te nessuno mai)
Targa d’argento per l’attrice rivelazione: Maya Sansa (La balia di Marco Bellocchio)
Grolle d’Oro al merito cinematografico: Tullio Kezich, Giuliano Montaldo, Michele Placido
Premio Saint-Vincent del pubblico: Giuseppe Tornatore (La leggenda del pianista sull’oceano)
Premi Grolle d’Oro ai vincitori del referendum Grolla d’Oro per l’attore e l’attrice: Claudio Amendola e Barbara De Rossi

Edizione 2000
Grolla d’Oro per la regia: Edoardo Winspear (Sangue vivo)
Grolla d’oro per la migliore attrice: Stefania Rocca, Chiara Muti, Athina Cenci (Rosa e Cornelia)
Grolla d’Oro per il migliore attore: Luigi Maria Burruano, Luigi Lo Cascio (I cento passi)
Grolla d’Oro speciale al merito cinematografico: Irene Bignardi (giornalista), Marco Bellocchio
Grolla d’Oro per il miglior produttore: Maurizio Tini, Tore Sansonetti (Sangue vivo)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Pasquale Scimeca (Placido Rizzotto)
Grolla d’Oro per la fotografia: Aldo di Marcantonio (Gostanza da Libbiano di Paolo Benvenuti)
Grolla d’Oro per la musica: Gruppo Zoe (Sangue vivo)
Targa d’argento Saint Vincent per il regista rivelazione: Giuseppe Rocca (Lontano in fondo agli occhi)
Targa d’argento Saint Vincent per l’attrice rivelazione: Lorenza Indovina (Almost blue)
Premio Saint Vincent del pubblico: Giorgio Treves (Rosa e Cornelia)
Grolla web Premio Monfrit.net : Lontano in fondo agli occhi di Giuseppe Rocca

Edizione 2001
Grolla d’Oro per la regia: Ermanno Olmi (Il Mestiere delle armi)
Grolla d’Oro per la migliore attrice: Sandra Ceccarelli (Luce dei miei occhi)
Grolla d’Oro per il migliore attore: Toni Servillo (L’uomo in più di Paolo Sorrentino)
Grolla d’Oro per il miglior produttore: Luigi Musini, Roberto Cicutto, Ermanno Olmi (Il mestiere delle armi)
Grolla d’Oro per la sceneggiatura: Paolo Sorrentino (L’uomo in più)
Grolla d’Oro per la fotografia: Cesare Accetta (Chimera)
Grolla d’Oro per la musica: Andrea Guerra (Tornando a casa)
Targa d’argento Saint Vincent per il regista rivelazione: Vincenzo Marra
Targa d’argento Saint Vincent per l’attore rivelazione: Fabrizio Rongione (Le parole di mio padre)
Premio Saint Vincent del pubblico: Renzo Martinelli (Vajont)

TELEGROLLE D’ORO 2001
Nel 2001 – ultimo anno della sua direzione – Felice Laudadio fonda e dirige il Premio TeleGrolle
d’Oro destinato alle migliori opere di fiction televisiva. Questi i riconoscimenti assegnati:
 
Miglior attore: Gigi Proietti per "Il maresciallo Rocca"
Miglior attrice: Isabella Ferrari per "Distretto di polizia"

Premi assegnati dai più importanti critici televisivi italiani:
Miglior sceneggiatura: Laura Toscano e Franco Marotta per “Il maresciallo Rocca”
Miglior regia: Michele Soavi per “Uno bianca” e “Il testimone”
Miglior produzione: Pietro Valsecchi per “Uno bianca”, “Distretto di polizia”, “Il testimone”
Miglior soggetto originale: Stefano Rulli e Sandro Petraglia per “Come l’America”

PREMIO FELLINI E PREMIO FELLINI 8½

Conclusa l’esperienza delle Grolle d’oro – ormai scomparse dal panorama dei grandi premi del
cinema italiano – Felice Laudadio (v. presidente della Fondazione Federico Fellini di Rimini)
crea nel 2002 per Cinecittà Holding, di cui è il presidente, il Premio Fellini per il cinema italiano.

Successivamente fonda e dirige l’ItaliaFilmFest che si svolge dal 2005. Ad oggi si sono avute
sette edizioni, le prime due a Taormina, la terza alla Casa del Cinema di Roma diretta da
Laudadio, le altre quattro a Bari, nell’ambito del Bif&st-Bari International Film Festival,
anch’esso ideato, fondato e diretto da Laudadio.

I RICONOSCIMENTI ASSEGNATI

Premio Fellini 2002 - Roma, Palazzo dei Congressi

Premio Federico Fellini 2002 a Roberto Benigni per l'insieme della sua carriera

Miglior film: Marco Bellocchio per L'ora di religione
Miglior produttore: Domenico Procacci per L'imbalsamatore di Matteo Garrone e Respiro di Emanuele Crialese
Miglior attore: Sergio Castellitto per L'ora di religione
Miglior attrice: Donatella Finocchiaro per Angela di Roberta Torre
Miglior distributore: Fandango per L'imbalsamatore
Miglior colonna sonora: Pivio e Aldo De Scalzi per El Alamein
Miglior scenografo: Paolo Bonfini per L'imbalsamatore
Miglior fotografia: Marco Onorato per L'imbalsamatore
Miglior sceneggiatura: Matteo Garrone, Ugo Chiti e Massimo Gaudioso per L'imbalsamatore

Nella giuria del premio, presieduta da Felice Laudadio, i critici Maurizio Cabona, Valerio Caprara,
Alberto Crespi, Silvio Danese, Paolo D'Agostini, Fabio Ferzetti, Oscar Jarussi, Alessandra
Levantesi, Maria Lombardo, Maurizio Porro e Roberto Pugliese. Il premio istituito da Cinecittà
Holding si è avvalso della collaborazione del Comune di Rimini e della famiglia Fellini. La serata
dei premi – svoltasi nell’ambito della Festa della Luce – è stata condotta da Laura Morante

Premio Fellini 8½, 2002 - Viareggio, EuropaCinema

Premio Fellini 8½ Platinum Award for Cinematic Excellence a Claudia Cardinale

Premio Fellini 8½, 2003 - Viareggio, EuropaCinema

Premio Fellini 8½ Platinum Award for Cinematic Excellence a Liv Ullmann

Premio Fellini 8½, 2004 - Viareggio, EuropaCinema

Premio Fellini 8½ Platinum Award for Cinematic Excellence a Sergio Castellitto

Premio Fellini 2005 - Roma, Casa del Cinema

Premio Federico Fellini 2005 alla carriera a Ingmar Bergman, ritirato da Liv Ullmann

Premio Fellini 8½, 2005 - Viareggio, EuropaCinema

Premio Fellini 8½ Platinum Award for Cinematic Excellence a Mario Monicelli

Premio Fellini 8½, 2006 - Viareggio, EuropaCinema

Premio Fellini 8½ Platinum Award for Cinematic Excellence a Stefania Sandrelli

Premio Fellini 8½, 2007 - Viareggio, EuropaCinema

Premio Fellini 8½ Platinum Award for Cinematic Excellence a Marisa Paredes, Manuel Gutierrez Aragon, Bigas Luna, Angela Molina

Premio Fellini 8½, 2008 - Viareggio, EuropaCinema

Premio Fellini 8½ Platinum Award for Cinematic Excellence a Peter Fleischmann, Reinhardt Hauff, Alexander Kluge, Peter Lilienthal, Edgar Reitz, Volker Schlöndorff, Rudolf Thome, Margarethe von Trotta, Ulrich Felsberg, Dieter Geissler, Mario Adorf.

Premio Fellini 8½, 2009 - Bari, Teatro Kursaal

  • Ettore Scola
  • Laura Morante, premiata anche a Viareggio, EuropaCinema 2009
  • Tonino Guerra
  • Sergio Rubini
  • Michele Placido

Premio Fellini 8½, 2010 - Bari, Teatro Petruzzelli

  • Gianni Amelio
  • Marco Bellocchio
  • Valerio De Paolis
  • Francesco Maselli
  • Giuliano Montaldo
  • Francesco Rosi
  • Armando Trovajoli
  • Margarethe von Trotta

Premio Fellini 8½, 2011 - Bari, Teatro Petruzzelli

  • Giuseppe Tornatore
  • Carlo Verdone
  • Fabrizio Gifuni
  • Claudia Cardinale
  • Paolo e Vittorio Taviani
  • Nicola Piovani

Premio Fellini 8½, 2012 - Bari, Teatro Petruzzelli

  • Liliana Cavani
  • Max von Sydow
  • Richard Borg
  • Abbas Kiarostami
  • John Madden
  • Virna Lisi

LE PRIME SETTE EDIZIONI DELL’ITALIAFILMFEST, 2005-2012

I RICONOSCIMENTI ASSEGNATI

ItaliaFilmFest 2005 – Taormina, Teatro Greco

La giuria dell’ItaliaFilmFest composta da: Massimo Cristaldi, Mario Monicelli, Suso Cecchi
D’Amico, Tonino Guerra, Luca Magnani, Giovanna Gravina Volonté, Ennio Morricone, Giuseppe
Rotunno, Dante Ferretti, Roberto Perpignani, Piero Tosi e Vittorio De Seta, presidente Felice
Laudadio, ha assegnato i seguenti riconoscimenti, consegnati il 12 giugno 2005 al Teatro Antico di Taormina:

Premio Franco Cristaldi per il miglior produttore a Mariella Li Sacchi e Amedeo Letizia per “Il resto di niente” di Antonietta De Lillo
Premio Mario Monicelli per il miglior regista a Francesco Munzi per “Saimir” di Francesco Munzi
Premio Suso Cecchi D’Amico per la migliore sceneggiatura a Paolo Sorrentino per “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino
Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto a Paolo Sorrentino per “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino
Premio Anna Magnani per la migliore attrice a Charlotte Rampling per “Le chiavi di casa” di Gianni Amelio
Premio Gian Maria Volonté per il miglior attore a Toni Servillo per “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino
Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche a Franco Piersanti per “Le chiavi di casa” di Gianni Amelio
Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia a Mario Amura per “Vento di terra” di Vincenzo Marra
Premio Dante Ferretti per il miglior scenografo a Luigi Marchione per “La febbre” di Alessandro D’Alatri
Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a Luca Gasparini per “Lavorare con lentezza” di Guido Chiesa
Premio Piero Tosi per il miglior costumista a Daniela Ciancio per “Il resto di niente” di Antonietta De Lillo

ItaliaFilmFest 2006 – Taormina, Teatro Greco

Premio Franco Cristaldi per il miglior produttore a MARCO BELLOCCHIO (Il regista di matrimoni)
Premio Mario Monicelli per il miglior regista a MICHELE SOAVI (Arrivederci amore, ciao)
Premio Suso Cecchi D’Amico per la migliore sceneggiatura a NANNI MORETTI, FRANCESCO PICCOLO E FEDERICA PONTREMOLI (Il Caimano)
Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto a GIACOMO MARTELLI (The listening - In ascolto)
Premio Anna Magnani per la migliore attrice a VALERIA GOLINO (La guerra di Mario)
Premio Gian Maria Volonté per il miglior attore a KIM ROSSI STUART (Anche libero va bene e Romanzo criminale)
Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche a FRANCO PIERSANTI (Il caimano e La bestia nel cuore)
Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia a PASQUALE MARI (Il regista di matrimoni)
Premio Dante Ferretti per il migliore scenografo a PAOLA COMENCINI (Romanzo criminale)
Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a FEDERICO MANESCHI (Piano 17)
Premio Piero Tosi per il miglior costumista a MONICA SIMEONE (Notte prima degli esami)
Premio Vittorio De Seta per il miglior documentario (giuria del pubblico) a MARCO TURCO (In un altro paese)

ItaliaFilmFest 2007 – Roma, Casa del Cinema

Premio Franco Cristaldi per il migliore produttore a Simona Bachini, Mario Chemello, Giorgio Diritti per il film Il vento fa il suo giro [di Giorgio Diritti
Premio Mario Monicelli per il miglior regista a Giorgio Diritti per il film Il vento fa il suo giro
Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto a Pietro Reggiani per il film L’estate di mio fratello di Pietro Reggiani
Premio Suso Cecchi d’Amico per la migliore sceneggiatura a Doriana Leondeff, Carlo Mazzacurati, Marco Pettenello e Claudio Piersanti per il film La giusta distanza di Carlo Mazzacurati
Premio Anna Magnani per la migliore attrice a Laura Morante per il film Liscio di Claudio Antonini
Premio Gian Maria Volontè per il migliore attore a Giuseppe Battiston per i film Giorni e nuvole di Silvio Soldini, La giusta distanza di Carlo Mazzacurati, Uno su due di Eugenio Cappuccio, Non pensarci di Gianni Zanasi
Premio Ennio Morricone per il miglior compositore a Fausto Mesolella per il film Lascia perdere, Johnny! di Fabrizio Bentivoglio
Premio Giuseppe Rotunno per il migliore direttore della fotografia a Mario Amura per il film In memoria di me di Saverio Costanzo
Premio Dante Ferretti per il miglior scenografo a Francesco Frigeri per il film Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti
Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a Salvatore Maira per il film Valzer di Salvatore Maira
Premio Piero Tosi per il miglior costumista a Ortensia De Francesco per il film Lascia perdere, Johnny! di Fabrizio Bentivoglio
Premio Vittorio de Seta per il miglior documentario ad Alina Marazzi per Vogliamo anche le rose
Menzione speciale a Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio, Giuseppe Ruggiero per Biutifùl Cauntri
Segnalazione a Guido Chiesa per Le pere di Adamo

Nel 2008 l'ItaliaFilmFest non si celebra alla Casa del Cinema di Roma giacché è in preparazione una nuova manifestazione che debutterà nel gennaio 2009 a Bari: "Per il cinema italiano", numero zero di quello che dall'anno successivo diventerà il Bif&st-Bari International Film Festival che ospiterà al suo interno l'ItaliaFilmFest.

ItaliaFilmFest 2009 – Bari, Teatro Kursaal
Premio Franco Cristaldi per il produttore del miglior film a Nicola Giuliano per il film Il divo di Paolo Sorrentino
Premio Mario Monicelli per la migliore regia a Paolo Sorrentino per il film Il divo
Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto a Roberto Saviano per il film Gomorra di Matteo Garrone
Premio Suso Cecchi D'Amico per la migliore sceneggiatura a Paolo Sorrentino per il film Il divo di Paolo Sorrentino
Premio Gian Maria Volonté per il miglior attore protagonista a Silvio Orlando per i film Il papà di Giovanna di Pupi Avati
Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista a Donatella Finocchiaro per il film Galantuomini di Edoardo Winspeare
Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche a Teho Teardo per il film Il divo di Paolo Sorrentino
Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia a Luca Bigazzi per il film Il divo di Paolo Sorrentino
Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia a Lino Fiorito per il film Il divo di Paolo Sorrentino
Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a Marco Spoletini per il film Gomorra di Matteo Garrone
Premio Piero Tosi per il miglior costumista a Daniela Ciancio per il film Il divo di Paolo Sorrentino
Premio Michelangelo Antonioni per il miglior film di cortometraggio a Bab Al Samah - Laporta del perdono di Francesco Sperandeo
Premio Vittorio De Seta per il miglior documentario a Below sea level di Gianfranco Rosi                                                                                                                                                                                                                       Menzione speciale al documentario Come un uomo sulla terra di Andrea Segre, Riccardo Biadene e Dagmawi Yimer                                                                                                                                                                                            Premio Francesco Laudadio per la miglior opera prima a Pa-ra-da di Marco Pontecorvo

ItaliaFilmFest 2010 – Bari, Teatro Petruzzelli

Premio Franco Cristaldi per il produttore del miglior film a Mario Gianani per il film Vincere di Marco Bellocchio
Premio Mario Monicelli per la migliore regia a Marco Bellocchio per il film Vincere
Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto a Valeria Parrella e Francesca Comencini per il film Lo spazio bianco di Francesca Comencini
Premio Suso Cecchi D'Amico per la migliore sceneggiatura a Francesca Archibugi per il film Questione di cuore di Francesca Archibugi
Premio Gian Maria Volonté per il miglior attore protagonista a Riccardo Scamarcio per i film L'uomo nero di Sergio Rubini, La prima linea di Renato De Maria e Il grande sogno di Michele Placido
Premio Vittorio Gassman per il giovane attore rivelazione a Giulio Beranek per il film Marpiccolo di Alessandro Di Robilant
Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista a Margherita Buy per il film Lo spazio bianco di Francesca Comencini
Premio Alida Valli per la giovane attrice rivelazione a Greta Zuccheri Montanari per il film L'uomo che verrà di Giorgio Diritti
Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche a Marco Biscarini e Daniele Furlati per il film L'uomo che verrà di Giorgio Diritti
Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia a Luca Bigazzi per il fil Lo spazio bianco di Francesca Comencini
Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia a Luca Gobbi per il film L'uomo nero di Sergio Rubini
Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a Francesca Calvelli per il film Vinceredi Marco Bellocchio
Premio Piero Tosi per il miglior costumista a Claudio Cordaro per il film Il grande sogno di Michele Placido
Premio Michelangelo Antonioni per il miglior film di cortometraggio a L'Altra Metà diPippo Mezzapesa
Premio Vittorio De Seta per il miglior documentario a La bocca del lupo di Pietro Marcello
Premio Francesco Laudadio per la miglior opera prima a Dieci inverni di Valerio Mieli inex aequo con Good morning Aman di Claudio Noce

ItaliaFilmFest 2011 – Bari, Teatro Petruzzelli

Premio Franco Cristaldi per il produttore del miglior film a Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per il film Le quattro volte di Michelangelo Frammartino
Premio Mario Monicelli per la migliore regia a Ferzan Ozpetek per il film Mine vaganti
Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto a Ferzan Ozpetek e Ivan Cotroneo per il film Mine vaganti di Ferzan Ozpetek
Premio Suso Cecchi D'Amico per la migliore sceneggiatura a Ferzan Ozpetek e Ivan Cotroneo per il film Mine vaganti di Ferzan Ozpetek
Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista a Elio Germano per il film La nostra vita di Daniele Luchetti
Premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista a Giuseppe Battiston per il film La passione di Carlo Mazzacurati
Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista a Nicole Grimaudo per il film Mine vaganti di Ferzan Ozpetek
Premio Alida Valli per la migliore attrice non protagonista a Ilaria Occhini per il film Mine vaganti
Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche a Carlo Virzì per il film La prima cosa bella di Paolo Virzì                                                                                                                                                                         Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia a Marco Sgorbati e Gian Paolo Conti per il film Sorelle Mai di Marco Bellocchio
Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia a Giuliano Pannuti per il film Una sconfinata giovinezza di Pupi Avati
Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a Benni Atria e Maurizio Grillo per il film Le quattro volte di Michelangelo Frammartino
Premio Piero Tosi per il miglior costumista a Stefania Consaga e Maria Fassari per il film Una sconfinata giovinezza di Pupi Avati
Premio Michelangelo Antonioni per il miglior film di cortometraggio a Cose naturali di Germano Maccioni
Premio Vittorio De Seta per il miglior documentario a È stato morto un ragazzo di Filippo Vendemmiati
Premio Francesco Laudadio per la miglior opera prima a 20 sigarette di Aureliano Amadei

ItaliaFilmFest 2012 – Bari, Teatro Petruzzelli

Premio Franco Cristaldi per il produttore del miglior film a Francesco Bonsembiante per il film Io sono Li di Andrea Segre
Premio Mario Monicelli per la migliore regia a Emanuele Crialese per il film Terraferma
Premio Tonino Guerra per la migliore sceneggiatura a Fabrizio Cattani e Grazia Verasani per il film Maternity Blues di Fabrizio Cattani
Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista a Michel Piccoli per il film Habemus Papam di Nanni Moretti                                                                                                                                                                                   Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista a Claudia Pandolfi per il film Quando la notte di Cristina Comencini
Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche ad Andrea Morricone per il film L'industriale di Giuliano Montaldo                                                                                                                                                                Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia a Luca Bigazzi per i film Io sono Li di Andrea Segre, This Must Be the Place di Paolo Sorrentino e Il gioiellino di Andrea Molaioli
Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia a Paola Bizzarri per il film Habemus Papam di Nanni Moretti
Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a Giogiò Franchini per il film Il gioiellino di Andrea Molaioli
Premio Michelangelo Antonioni per il miglior film di cortometraggio a Cusutu n’ Coddu di Giovanni La Pàrola
Premio Vittorio De Seta per il miglior documentario a Mare Chiuso di Stefano Liberti e Andrea Segre
Menzione speciale al documentario Il Mundial dimenticato di Filippo Macelloni e Lorenzo Grazella; Menzione speciale al film di cortometraggio Il numero di Sharon di Roberto Gagnor                                                                                       Premio Francesco Laudadio per la miglior opera prima al film La Bâs di Guido Lombardi

ItaliaFilmFest 2013 - Bari, Teatro Petruzzelli, dal 16 al 23 marzo